Capri Ischia Arcipelago Campano

Capri in barca a vela

Capri in barca a vela

Chiunque ami perdersi nel mare e nel relax, magari trascorrendo un weekend lungo spostandosi su una caratteristica barca a vela, allora di certo resterà stregato dall’arcipelago campano: un paradiso terrestre composto da 3 isole situate ai margini del golfo di Napoli.

Dalla bellissima Ischia alla romantica Capri, passando dalla selvaggia Procida, famosa per aver dato i natali al grande romanzo di Elsa Morante L’Isola di Arturo, l’arcipelago offre la possibilità di godere di innumerevoli bellezze naturali e gastronomiche.

La piccola Procida

Procida, l’isola più piccola del golfo, è perfetta per godersi un breve viaggio in barca a vela e girare le meraviglie di un luogo caro a tanti registi e scrittori: a soli 35 minuti di aliscafo da Napoli, l’isola rappresenta la base perfetta per cominciare un bellissimo tour in barca a vela e attraversare le perle del golfo di Napoli. Non bisogna aver tanta fretta di raggiungere le più famose Capri e Ischia: vale proprio la pena fermarsi per girare i posti più belli di un’isola che viene considerata la quintessenza del mare.

Luogo di mestieri dediti alla marineria e alla pesca, Procida è famosa per il borgo marinaio della Corricella: un’antica testimonianza della vita dell’isola, con le sue case azzurre, gialle, verdi, bianche e rosa che si diceva fossero addirittura riconoscibili dal mare dai procidani che le abitavano. Consigliata anche una visita al Castello, ospitato dal bellissimo e affascinante borgo di Terra Murata. E per non restare a pancia vuota, un bel piatto di trippa di Volamarina o di coniglio alla Procidana, accompagnati dalle famose ciccarelle e da un buon vino rosso, in uno dei tanti localini del porto.

La seducente Capri

Dopo il meritato riposo, è ora di alzarsi e di farsi trascinare dalle vele verso la seducente Capri: 18 miglia sono tante, ma verranno premiate da un bel bagno in una delle meravigliose calette dell’isola, come quella di Marina Piccola. Un bel pranzo a base di ravioli capresi, di scialatielli o di spaghetti alla Nerano, bagnati magari da un caratteristico vino bianco del Vesuvio (come il tipico Lacrima Christi), e si è subito pronti per godersi le meraviglie della visitatissima Capri, famosa per la grande affluenza di vip tutto l’anno.

La prima tappa non possono che essere gli imponenti Faraglioni: tre enormi rocce che emergono dal mare e che da sempre rappresentano l’isola. Per chi ama la mondanità poi, sarà d’obbligo una visita alla Piazzetta di Capri, dove si concentra tutta la vita diurna e notturna dell’isola: se si cerca un po’ di tranquillità, invece, è fortemente consigliato un giro nelle silenziose e colorate stradine del centro di Anacapri. Poi una visita alla Certosa di San Giacomo e a Villa Jovis, per concludere il viaggio a Capri all’insegna delle bellezze architettoniche.

Ischia, il Giardino d’Europa

Ultima delle 3 isole più famose del golfo di Napoli, Ischia viene considerata per la sua bellezza la perla dell’arcipelago campano. Si tratta di un luogo dove la natura ha letteralmente dato il meglio di sé: i paesaggi mozzafiato, il mare e la montagna, le spiagge e i meravigliosi cetacei sono solo alcune delle meraviglie che hanno valso a Ischia il soprannome di Isola verde e di Giardino d’Europa. Da non perdere assolutamente il Castello Aragonese, gli scavi greco-romani e le Torri Saracene, importanti testimonianze storiche dei trascorsi dell’isola. Prima di salutare anche Ischia e di concludere il meraviglioso tour dell’arcipelago campano, è il caso di concedersi più di un boccone: Ischia, infatti, è altrettanto famosa per la sua enogastronomia. Dal coniglio all’ischitana alla pizza di scarola, passando per i cucuzielli e le zingare ischitane, gli amanti del buon cibo avranno sicuramente pane per i loro denti.